Chi ama cucinare la carne, soprattutto alla griglia, sicuramente prima o poi si troverà a dover acquistare un nuovo barbecue per grigliare; ma per scegliere la miglior griglia è necessario prendere in considerazione diversi aspetti: il tipo di barbecue, a gas o a carbonella? meglio un barbecue a due fuochi oppure uno a quattro fuochi? dove andrà collocare il barbecue, in giardino o in terrazza? quanto spazio si ha a disposizione per usarlo e riporlo al riparo? quali dimensioni sono le migliori?

Visto che molti considerano il barbecue quasi come una forma d’arte, per essere padroneggiata alla perfezione si ha bisogno di tempo. Ma prima di padroneggiare i segreti della grigliata perfetta, bisogna iniziare con il porsi alcune domande per poter scegliere il tipo di barbecue più adatto al proprio stile di vita. Meglio cucinare usando bombole di gas o carbone? E’ preferibile un modello di barbecue elettrico adatto anche per l’uso all’aperto? Ma ancora più importante, si deve decidere quale sarà il luogo in cui userete il barbecue, perchè da questa scelta dipende anche la dimensione del barbecue e quindi il numero di fuochi e molte altre caratteristiche.

Dove posizionare il Barbecue

In base a dove si posiziona il barbecue, si può andare a scegliere alcuni modelli rispetto ad altri. Ad esempio, se pensate che cucinerete le grigliate col barbecue sul tuo terrazzo, allora sarà possibile utilizzare sia un modello a gas che un barbecue a carbonella. Questi sono disponibili sia con ripiani per gli accessori che senza di essi, ma vista la posizione delicata, è bene essere certi dello spazio a disposizione sul terrazzo. Molti meno vincoli ci sono se il barbecue verrà posizionato e utilizzato in giardino o sotto ad un portico, che sono i luoghi dove solitamente si predilige cucinare la carne alla griglia.

In terrazza o in giardino, si può anche optare per un modello di barbecue con bombole di gas propano se non ci sono limitazioni per quanto riguarda il luogo di installazione.

Dimensioni del Barbecue

Una volta scelto dove posizionare il barbecue si passa a valutare quali dimensioni possono essere le più adatte; va sempre tenuto in mente che la maggior parte dei modelli di griglia sono dotati anche di uno o più vassoi laterali, che danno ulteriore spazio per lavorare e preparare le pietanze.

È consigliabile non scegliere barbecue troppo grandi perché potrebbero essere ingombranti da usare e difficili da pulire dopo l’uso. Quindi ci si può orientare verso barbecue con due o tre bruciatori in modo da migliorare la distribuzione del calore in tutta la superficie della griglia.

Se si vogliono organizzare pranzi o cene al barbecue per una famiglia di sei persone, per esempio, basterà comprare un barbecue a gas o a carbone con due bruciatori. Mentre se invece l’obiettivo è quello di cucinare cibo per molti ospiti, la scelta migliore potrebbe essere un modello con griglie e almeno quattro bruciatori a gas.

Tipi di Barbecue

Capire quale tipo di alimentazione sia la più adatta alle nostre preparazione è solamente una questione di gusto personale e di esperienza. Probabilmente per chi ama il barbecue ma non è un professionista, questa distinzione non è nemmeno poi decisiva, perchè l’importante è che il dispositivo cucini bene ed uniformemente.

Diciamo che i barbecue a gas sono molto più facili da usare perché sono già stati preriscaldati da un bruciatore che può essere spento quando si è finito di usarlo. La carbonella dà al cibo un sapore affumicato ma richiede più tempo di preparazione prima di essere usata per cucinare. I barbecue a propano o elettrici sono i più veloci, mentre quelli a legna o a carbonella richiedono più tempo, ma danno risultati migliori.

Molti preferiscono i barbecue a carbone di legna perchè dona un leggero sentore affumicato alle pietanze rendendole deliziose.

Barbecue a gas

Alcune persone preferiscono scegliere i barbecue a propano perché queste griglie offrono tempi di riscaldamento molto rapidi, quindi si riducono notevolmente i tempi di attesa che il barbecue si riscaldi. Altri amanti della carne alla griglia, invece scelgono le griglie a gas semplicemente perché sono più facili da utilizzare e non richiedono particolari attenzioni durante la cottura.

Barbecue a carbonella

Se invece siete degli amanti della carne alla brace, e volete scegliete un barbecue a carbone, ci sono alcuni fattori da considerare prima di fare un acquisto.

La soluzione da suggerire è di scegliere griglie standard, con bruciatori laterali per ottenere i migliori risultati; si possono scegliere modelli con ulteriori caratteristiche, vassoi extra, controlli della temperatura ed altri accessori per il barbecue, a seconda che si voglia più spazio per la griglia oppure si preferisca avere diverse opzioni di cottura.

Altri grigliatori invece scelgono modelli di barbecue a carbone di piccole dimensioni, quindi portatili, comodi da utilizzare per i viaggi in camper oppure in campeggio.

Barbecue in Alluminio

Le griglie in alluminio sono ottime perché si riscaldano molto rapidamente e sono davvero facili da pulire. Anch’esse hanno un ingombro contenuto e possono essere facilmente trasportate, il che le rende perfette per picnic o campeggi.

D’altra parte, l’alluminio non distribuisce il calore in modo uniforme come le griglie in ghisa, quindi le griglie in alluminio tendono a cuocere il cibo più velocemente in certi punti rispetto ad altri – ma questo problema si risolve facilmente regolando la distanza tra il cibo e la superficie della griglia.

Le griglie in alluminio sono di solito più costose di quelle in acciaio a causa delle sue qualità di isolamento superiori che le rendono in grado di trattenere meglio il calore. In questo caso, l’alluminio anodizzato è un tipo specifico di alluminio che è stato esposto a processi acidi per migliorare la resistenza all’ossidazione (ruggine).

Barbecue in Acciaio

La maggior parte delle griglie in acciaio sono disponibili alimentate a gas – ma attenzione, i barbecue a gas sono di solito molto più costosi di quelli a carbone o elettriche. L’acciaio è molto denso, quindi può assorbire molto calore durante la cottura, il che rende la superficie delle vostre pietanze ben cotta. Ma hanno il difetto di non essere così facili da pulire e si arrugginiscono più facilmente. Sono anche più pesanti di quelle in alluminio, il che le rende più difficili da trasportare per i picnic o le vacanze in campeggio.

Barbecue in Ghisa

La ghisa è il materiale più diffuso e utilizzato per la fabbricazione di griglie per barbecue. Questi dispositivi distribuiscono il calore in modo uniforme sulla loro superficie e hanno qualità di isolamento superiori e possono trattenere il calore per molto tempo. Questa caratteristica permette di regolare la distanza tra il cibo e la superficie della griglia prima che si scotti troppo. Inoltre, a causa della sua densità, la ghisa è in grado di immagazzinare molta energia in ogni centimetro quadrato della sua superficie, che a sua volta aiuta a distribuire uniformemente il calore nella zona di cottura del barbecue.

Le griglie in ghisa sono anche molto semplici da pulire, sono più pesanti di quelle in acciaio o alluminio e si arrugginiscono facilmente se non vengono protette correttamente. Inoltre, la loro produzione richiede un più alto livello di tecnologia – rendendole più costose di altri tipi di griglie in acciaio o alluminio.

Altri tipi di Barbecue

Oltre a quelli citati in precedenza, in commercio si possono trovare altri tipi di barbecue: barbecue a legna professionali, barbecue professionali da interno, barbecue a carbonella professionale, barbecue con cappa aspirante, griglia a carbone per interno, bbq per ristoranti, barbecue con batterie e cavo di alimentazione e barbecue USB

Caratteristiche da considerare nella scelta del Barbecue

Tra gli aspetti più importanti quando si sceglie un barbecue vanno sicuramente considerati sia il design della griglia stessa che i materiali utilizzati perché determinano la sua durata.

Ad esempio l’acciaio inossidabile non arrugginisce, ma è più costoso del metallo cromato, mentre i barbecue elettrici sono molto pratici, più veloci da usare e meno pesanti di quelli a carbone o a legna e sono anche più facili da pulire. Quando si sceglie un luogo per fare il barbecue o la griglia, è importante considerare il materiale con cui si avrà a che fare e al suo peso.

Una volta scelto il materiale che meglio si adatta alle vostre esigenze, vi consiglio di scegliere una dimensione media e una forma di griglia perfetta per adattarsi allo spazio che avete nel vostro giardino.

Se si ha uno spazio limitato in giardino, allora è meglio scegliere un barbecue piccolo in modo da non avere problemi per spostarlo e sarà più facile trovare il posto dove collocare la zona griglia; ma se invece si ha molto spazio libero allora è meglio optare per un BBQ con una capacità maggiore.

 

Accessori per Barbecue

Preparare un’ottima grigliata di carne o di pesce è semplice se oltre al miglior barbeque, si utilizzano anche i giusti accessori per facilitare la cottura o la verifica delle temperature della carne. Vogliamo elencare gli accessori per barbecue migliori che permetteranno di fare un figurone durante le vostre cene a base di griglia!

Pinze per il barbecue

Le pinze da barbecue sono uno degli utensili più utilizzati durante un pasto alla griglia. Serve per girare il cibo posto sulla griglia senza doverlo toccare con le mani o con spiedini di metallo. Questo accessorio risulta molto utile per cucinare bene sul barbecue perché cucinare su una griglia aperta può essere rischioso senza questo strumento.

Forchetta da barbecue

La forchetta da barbecue è uno degli strumenti essenziali quando si cucina la carne o il pesce, perché aiuta a posizionare le pietanze e girarle durante la cottura alla griglia. Solitamente la forchetta per bbq ha 2 punte affilate con le estremità seghettate per poter penetrare e trattenere facilmente il cibo; ha un manico per non perdere la presa sul cibo durante il suo utilizzo.

Guanti per barbecue

I guanti da forno per barbecue si usano per spostare il cibo da una posizione all’altra sulla griglia del barbecue senza scottarsi perché aiutano a proteggere le mani dal calore. In effetti sono proprio come i guanti da forno, ma sono più resistenti alle alte temperature, quindi possono essere utilizzati sopra la griglia del barbecue per lavorare in sicurezza.

Lo scopo dei guanti ignifughi è quello di proteggere le mani dal calore mentre maneggiamo il cibo o parti di esso, spostandolo avanti e indietro dal fuoco. I migliori sono fatti di silicone con isolamento interno, ma esistono alcuni modelli di guanti per barbecue con una rete metallica interna che protegge ulteriormente le mani.

Termometro per carne

Uno dei dubbi più frequenti quando si cucina la carne alla brace è il non sapere se all’interno la cottura è uniforme o meno. Per risolvere questo problema ed essere sicuri assicurarti che la carne sia cotta perfettamente, si può utilizzare un termometro per carne.

Si tratta di uno strumento che consiste di uno o più sonde di metallo progettate per resistere alle alte temperature durante la cottura su fiamme aperte che vanno infilate nella parte più spessa della carne che sta cuocendo.

Le sonde sono collegate con un cavo ad un misuratore di temperatura che rileva la temperatura del cibo in cui è inserita e permette di sapere quando la carne è cotta senza doverla aprire e rovinare il piatto. A seconda del tipo di cibo che può essere maiale, manzo, pollo ecc ecc il termometro per bbq sarà in grado di indicare la corretta temperatura a cui la carne deve arrivare.

Di solito si usa questo accessorio quando si cucinano pezzi di carne più grandi come pollo, tacchino o arrosto di maiale, salsicce che richiedono più tempo del solito per essere cotti. È utile usarlo quando si stanno grigliando le verdure, così possiamo vedere se sono pronte nello stesso momento in cui lo è la carne.

Cestello per grigliate

I cestelli per la griglia si usano per cucinare pezzi di cibo piccoli e piatti come verdura e frutta senza che cadano attraverso la griglia e si brucino con il contatto diretto col fuoco. Ad esempio, se si vogliono cucinare gamberi sulla griglia aperta, si possono mettere dentro un cestino prima di posizionarli sulla griglia in modo che non cadano nel fuoco.

Lattina per Pollo

Questo accessorio per il barbecue permette di cucinare un pollo intero in verticale, tipica preparazione americana del pollo cotto sulla lattina di birra, o beer can chicken. Grazie a questo sistema, sia la temperatura interna che la pelle esterna si riscaldano contemporaneamente da tutte le angolazioni, il che facilita una cottura uniforme.

Pennello per condimenti per barbecue

Strumento indispensabile per inumidire i cibi con intingoli, olio o salse. Questi pennelli per barbecue si utilizzano per spennellare con miscele, durante la cottura, direttamente sopra il cibo sul barbecue. Sempre più spesso vengono realizzate in silicone perché è facile da maneggiare e pulire dopo. È importante che il pennello, come gli altri accessori per il barbecue, siano resistenti alle alte temperature; dopo l’utilizzo vanno lavati accuratamente, asciugati e riposti per evitare che si impolverino.

Oltre agli accessori per il barbecue, una volta finito di cucinare e di mangiare, ci si deve sempre ricordare di pulire tutte le parti della griglia dopo l’uso, riporle con cura e al riparo in modo che non si arrugginiscano.

La cosa più importante quando si cerca il barbecue è sceglierne uno che abbia le funzioni di cui si ha bisogno senza essere troppo ingombrante e scomodo mentre si sposta nel giardino o sul terrazzo. Tuttavia, il risultato finale è ciò che conta davvero, cioè quanto bene sarà cotta la carne ed il cibo in generale, dato che sarebbe un vero peccato acquistare un barbecue che non cucina in modo uniforme.